Yuan per btc


yuan per btc

Dopo che Elon Musk ha annunciato che la sua Tesla non avrebbe più accettato pagamenti in bitcoin, è arrivato lo schiaffone cinese con le autorità regolatorie che hanno vietato alle istituzioni finanziarie e alle piattaforme di pagamento di fornire servizi in criptovalute.

Un segnale ulteriore che Pechino non vuole troppa concorrenza rispetto alla sua piattaforma Digital Currency Electronic Payment DCEPvale a dire lo yuan virtuale, per il quale ha lanciato già diverse sperimentazioni nel paese.

yuan per btc

Il bitcoin è sceso sotto i 40mila dollari, il livello più basso degli ultimi tre mesi e mezzo, con un calo del 40 per cento rispetto al massimo raggiunto a metà aprile e anche altre criptovalute hanno subito cali in doppia cifra in termini percentuali. La Cina ha puntato con una certa decisione sulla creazione di una propria valuta digitale, mentre Stati uniti e Unione europea appaiono molto più prudenti su questo fronte.

yuan per btc

Ma dietro la spallata cinese alle criptovalute ci sono anche altri ragionamenti. Da tempo Pechino ha una visione negativa delle criptovalute, che teme possano porre rischi al sistema finanziario yuan per btc e che portino a un aumento della speculazione.

yuan per btc

Le attività di mining sono fortemente energivore e yuan per btc a onde bitcoin sullo stringente piano di transizione ambientale che è diventato la cifra della presidenza di Xi Jinping dopo che lo scorso anno il presidente ha fissato per il la deadline per la decarbonizzazione.

Sono stati segnalati — secondo il giornale economico cinese Caixin — anche compagnie che si fanno passare per data center in modo da beneficiare di politiche preferenziali per quanto riguarda le tasse e i prezzi di terreni e di elettricità.